< Loisirs

Piscina e COVID: posso andare in piscina durante un'epidemiaCOVID-19 ?

Testo aggiornato al 2020-08-26


I principali rischi di contaminazione COVID in piscina non si verificano nell'acqua, ma fuori dall'acqua e durante le interazioni con gli altri. Potete andare a nuotare in piscina seguendo i nostri consigli e le nostre raccomandazioni per evitare contaminazioni.

Il coronavirus SARS-CoV-2 può sopravvivere e il COVID può essere trasmesso nell'acqua della piscina? Purtroppo, non esistono studi pubblicati sull'effetto del cloro sul coronavirus a concentrazioni di pool raccomandate. Tuttavia, diverse osservazioni suggeriscono che il virus non sopravvive nell'acqua della piscina. In primo luogo, il cloro inattiva diversi tipi di virus tra cui il SARS-CoV-1, un agente coronavirus della SARS, che è simile all'agente SARS-CoV-2 del COVID-19. In secondo luogo, l'effetto del cloro si è dimostrato efficace anche contro la SARS-CoV-2, responsabile della SARS, con asciugamani impregnati di cloro o in alte concentrazioni in acqua COVID-19clorurata acida. In terzo luogo, la busta che circonda l'agente coronavirus del coronavirus COVID-19 è costituita da uno strato di lipidi, scarsamente resistente all'acqua. Infine, anche se qualcuno sputa nell'acqua, le goccioline saranno diluite in un volume di acqua talmente grande che le particelle del virus probabilmente non saranno in quantità sufficiente per infettarvi, soprattutto se vi tenete a debita distanza dagli altri. La maggior parte delle infezioni virali catturate in piscina sono causate da virus enterici trasmessi per via fecale-orale, che non sono avvolti e che si adattano bene all'acqua. Non abbiate paura di bere la tazza, poiché non sono stati segnalati casi di contaminazione COVID da parte dell'apparato digerente. Vedi domanda Il coronavirus SARS-CoV-2 può essere catturato mangiando?.

Infine, i principali rischi di contaminazione COVID in piscina non avvengono in acqua ma fuori dall'acqua e durante le interazioni con gli altri, principalmente attraverso l'aria, e forse per contatto indiretto, attraverso oggetti che sono stati contaminati da una persona infetta. Vedi la domanda Come fa ad averlaCOVID-19 ?.

Le docce e le zone di svestizione in piscina sono luoghi particolarmente adatti per la trasmissione diretta tramite goccioline e aerosol (che possono rimanere sospesi nell'aria per diverse ore) e la trasmissione indiretta tramite le mani (pulsante per avviare la doccia, scala per scendere in piscina, ecc.)

Quali sono le trappole nella piscina per la trasmissione aerea del coronavirus SARS-CoV-2?

Le nostre raccomandazioni sono le seguenti:


facebook twitter linkedin

Fonti

Sintesi delle nostre conoscenze sulla presenza e l'inattivazione di diversi tipi di coronavirus in acqua. Viene anche menzionato l'effetto della temperatura.

La Rosa, G., Bonadonna, L., Lucentini, L., Kenmoe, S., & Suffredini, E. (2020). Coronavirus in ambienti acquatici: occorrenza, persistenza e metodi di concentrazione - una revisione di scoping. Ricerca sull'acqua, 115899.

La pulizia con asciugamani impregnati di sapone in polvere o cloro è efficace nella rimozione del coronavirus SARS-CoV-2.

Ma, Q. X., Shan, H., H., Zhang, H. L., Li, G. M., Yang, R. M., & Chen, J. M. (2020). Potenziali utilità di mascheramento e igiene istantanea delle mani per combattere la SARS-CoV-2. Giornale di Virologia Medica.

Nel 2005, le acque reflue (contenenti l'agente della SARS-CoV-1 coronavirus SARS) di due ospedali in Cina sono state disinfettate con cloro. Dopo il trattamento, l'RNA del virus è stato rilevato solo in alcuni campioni provenienti da uno dei due ospedali. Nessun campione di cellule infette in coltura. La concentrazione di cloro utilizzata non è menzionata.

Wang, X. W., Li, J. S., Guo, T. K., Zhen, B., Kong, Q. X., Yi, B., ... & Xiao, W. J. (2005). Escrezione e rilevamento del coronavirus della SARS e del suo acido nucleico dall'apparato digerente. Rivista mondiale di gastroenterologia: WJG, 11(28), 4390.

Effetto del cloro e dell'acidità sul coronavirus SARS-CoV-2 COVID-19. L'acqua testata in questo studio è più acida dell'acqua della piscina.

Takeda, Y., Uchiumi, H., Matsuda, S., & Ogawa, H. (2020). L'acqua elettrolizzata acida potentemente inattiva la SARS-CoV-2 a seconda della quantità di cloro libero disponibile a contatto con il virus. Comunicazioni di ricerca biochimica e biofisica.

L'Agence Régional de Santé Ile de France raccomanda per le piscine un pH di 6,9-7,7 e una concentrazione di cloro attivo libero di 0,4 - 1,4 mg/l (=ppm).

Raccomandazioni dell'Agenzia regionale della sanità dell'Ile de France.

Il CDC (Stati Uniti) raccomanda un pH da 7,2 a 7,8 e una concentrazione di cloro libero di almeno 1 ppm nelle piscine e di almeno 3 ppm nelle spa.

Raccomandazioni del CDC.

Secondo l'Istituto Superiore di Sanità in Italia, il cloro attivo libero deve essere di 0,7-1,5 mg/l (ppm) e il pH 6,5-7,5 nelle piscine.

Raccomandazioni dell'Istituto Superiore di Sanità in Italia.

I virus enterici sono responsabili della maggior parte delle contaminazioni virali nell'acqua, attraverso la via fecale-orale. Riepilogo di diversi casi di contaminazione virale (rilevata o sospetta) nelle piscine. Nella maggior parte dei casi, la quantità di disinfettante era insufficiente o c'erano malfunzionamenti nel sistema di disinfezione.

Bonadonna, L., & La Rosa, G. (2019). Una revisione e un aggiornamento sulle malattie virali trasmesse dall'acqua associate alle piscine. Rivista internazionale di ricerca ambientale e salute pubblica, 16(2), 166.

Il 99,9% dei coronavirus SARS-CoV-2 sono inattivati dopo 10 giorni in acqua di rubinetto e il 99% dopo 6 giorni a 23°C. Se la temperatura è inferiore (4°C), il virus è resistente fino a più di un anno in acqua. I coronavirus vengono rapidamente distrutti nelle acque reflue, con il 99,9% dei virus che vengono inattivati entro 2-4 giorni. Questo studio ha analizzato elevate concentrazioni di virus e ha misurato, dopo il passaggio attraverso l'acqua, la presenza di RNA ma non l'infettività del virus. È quindi difficile trasporre i risultati di questo studio in una situazione concreta come il nuoto in piscina.

Gundy, P. M., Gerba, C. P., & Pepper, I. L. (2009). Sopravvivenza dei Coronavirus in acqua e acque reflue. Virologia alimentare e ambientale, 1(1), 10.

Un maschio presintomatico di 55 anni ha seguito un corso di idrobike e poi è risultato positivo alla SARS-CoV-2. Nessuna delle dieci persone che hanno seguito il corso con lui è stata contagiata.

Articolo del 7 luglio 2020. Corriere della sera.

Per saperne di più

Per quanto tempo il coronavirus rimane infettivo?

Come si prende il COVID-19?

Il coronavirus SARS-CoV-2 è trasmesso da aerosol?

Il coronavirus SARS-CoV-2 resiste al freddo e al caldo?

Quali sono le semplici norme igieniche da adottare durante l'epidemia di COVID-19?

Spiaggia e COVID: Quali precauzioni si devono prendere per nuotare in mare durante un'epidemiaCOVID-19 ?

Quali sono i sintomi del COVID-19?