< Loisirs

Spiaggia e COVID: Quali precauzioni si devono prendere per nuotare in mare durante un'epidemiaCOVID-19 ?

Testo aggiornato al 2020-08-26


Il rischio di contaminazione COVID sulla spiaggia è molto basso. Si verificano durante le interazioni con gli altri, principalmente fuori dall'acqua e attraverso l'aria.

Purtroppo non esistono studi pubblicati sulla stabilità del coronavirus SARS-CoV-2, l'agente del COVID-19. Tuttavia, diverse osservazioni suggeriscono che il coronavirus non sopravvive in acqua di mare. In primo luogo, la busta che circonda il coronavirus è costituita da uno strato di lipidi, che è scarsamente resistente all'acqua. In secondo luogo, anche se qualcuno sputa nell'acqua, le goccioline saranno diluite in un volume di acqua talmente grande che le particelle del virus non saranno in quantità sufficiente per infettare una persona. In terzo luogo, non ci sono stati casi di contaminazione COVID attraverso il tratto digestivo. Vedi domanda Il coronavirus SARS-CoV-2 può essere catturato mangiando?. Quindi non preoccupatevi se bevete la tazza!

E la sabbia? Sebbene non esistano studi sulla prevalenza dei virus nella sabbia della spiaggia, l'azione combinata del sale marino, della radiazione solare ultravioletta e dell'alta temperatura che la sabbia può raggiungere sono favorevoli all'inattivazione dei coronavirus.

I rischi di contaminazione COVID sulla spiaggia si verificano fuori dall'acqua e durante le interazioni con gli altri, principalmente attraverso vie aeree, ed eventualmente per contatto indiretto, attraverso oggetti che sono stati contaminati da una persona infetta. Vedi la domanda Come fa ad averlaCOVID-19 ?.

La spiaggia è un'area esterna, spesso ben ventilata, ma a volte molto affollata. Il rischio è quindi rappresentato principalmente dalla vicinanza ad altre persone e dalla trasmissione indiretta attraverso oggetti contaminati.

Ecco il nostro consiglio per sfruttare al meglio il vostro soggiorno al mare:


facebook twitter linkedin

Fonti

Sintesi delle nostre conoscenze sulla presenza e l'inattivazione di diversi tipi di coronavirus in acqua. Viene anche menzionato l'effetto della temperatura.

La Rosa, G., Bonadonna, L., Lucentini, L., Kenmoe, S., & Suffredini, E. (2020). Coronavirus in ambienti acquatici: occorrenza, persistenza e metodi di concentrazione - una revisione di scoping. Ricerca sull'acqua, 115899.

La pulizia con asciugamani impregnati di sapone in polvere o cloro è efficace per rimuovere l'agente SARS-CoV-2 dal COVID-19.

Ma, Q. X., Shan, H., H., Zhang, H. L., Li, G. M., Yang, R. M., & Chen, J. M. (2020). Potenziali utilità di mascheramento e igiene istantanea delle mani per combattere la SARS-CoV-2. Giornale di Virologia Medica.

Questo studio dimostra che la luce solare simulata disattiva rapidamente il coronavirus SARS-CoV-2 sospeso nella saliva o nei terreni di coltura e poi essiccato su acciaio inossidabile. Se esposto ai raggi UV di tipo B corrispondenti alla luce del sole ad una latitudine di 40°N a livello del mare nelle giornate limpide, il 90% del virus infettivo è stato inattivato dopo 7 minuti di saliva durante il solstizio d'estate e dopo 14 minuti durante il solstizio d'inverno. Questi dati indicano che la luce naturale del sole può essere efficace come disinfettante per materiali non porosi contaminati.

Ratnesar-Shumate, S., Williams, G., Green, B., Krause, M., Holland, B., Wood, S., . . . Dabisch, P. (2020). Simulated Sunlight Rapidly Inactivates SARS-CoV-2 on Surfaces. The Journal of Infectious Diseases.

Il 99,9% dei coronavirus SARS-CoV-2 sono inattivati dopo 10 giorni in acqua di rubinetto e il 99% dopo 6 giorni a 23°C. Se la temperatura è inferiore (4°C), il virus è resistente fino a più di un anno in acqua. I coronavirus vengono rapidamente distrutti nelle acque reflue, con il 99,9% dei virus che vengono inattivati entro 2-4 giorni. Questo studio ha analizzato elevate concentrazioni di virus e ha misurato, dopo il passaggio attraverso l'acqua, la presenza di RNA ma non l'infettività del virus. È quindi difficile trasporre i risultati di questo studio in una situazione concreta come il nuoto in mare.

Gundy, P. M., Gerba, C. P., & Pepper, I. L. (2009). Sopravvivenza dei Coronavirus in acqua e acque reflue. Virologia alimentare e ambientale, 1(1), 10.

Per saperne di più

Per quanto tempo il coronavirus rimane infettivo?

Si può prendere il coronavirus SARS-CoV-2 a pranzo?

Quali sono le semplici norme igieniche da adottare durante l'epidemia di COVID-19?

Qual è la distanza da mantenere con le altre persone?

Devo indossare una mascherina se non ho sintomi?