< Mascherine

Si può riutilizzare una mascherina?

Testo aggiornato al 2020-06-01


In questo periodo è fondamentale decontaminare efficacemente le mascherine in tessuto o riutilizzare quelle monouso. Anche se le mascherine monouso non sono progettate per essere riutilizzate, sono disponibili diversi metodi di decontaminazione efficaci, che non fanno perdere alla mascherina la sua efficacia!

Possiamo dover riutilizzare le mascherine monouso non lavabili a causa di una carenza, ma anche per limitare i rifiuti. Dobbiamo tenere presente che questo tipo di mascherina può perdere in efficienza di filtrazione e che possiamo infettarci decontaminandola o riutilizzandola, perché le particelle virali possono rimanervi intrappolate per 7 giorni. Dopo ogni utilizzo, una mascherina deve essere considerata come contaminata!

Sono stati testati vari metodi di decontaminazione delle mascherine per quanto riguarda l'inattivazione delle particelle virali, ma anche per il mantenimento dell'efficacia post-trattamento: uso di solventi, esposizione ai raggi UV, calore secco, calore umido, microonde. La maggior parte di essi dovrebbe essere evitata, in quanto degradano rapidamente le mascherine.

mascherina in tessuto: lavare in lavatrice (preferibilmente a 60°C) o a mano con sapone di Marsiglia. Il rischio di contaminazione è minimo perché la maggior parte del virus non sopravvive più do 2 giorni sulla stoffa e il calore e il sapone (ma non tutti i detersivi) durante il lavaggio inattivano il virus. Come ulteriore precauzione, se la mascherina è stata sicuramente esposta al coronavirus o se utilizzata da una persona a rischio, può essere stirata ad alte temperature. Se la mascherina possiede un filtro (ad es. di carta), scartarlo dopo ogni utilizzo.

FFR/FFP (respiratore facciale filtrante): lasciare il respiratore FFR a 70°C per 1 ora. Dovrebbe mantenere la sua efficacia fino a 20 cicli.

Se il respiratore FFP ha avuto poca esposizione al virus, non ha parti metalliche (rischio scintille) e non deve essere utilizzato da una persona a rischio, un'alternativa è metterlo in microonde per 3 minuti a 1100 W (emessi), ponendolo su una grande ciotola riempita con 60 cL di acqua. Si può appoggiare su delle bacchette, su degli elastici trasversali, oppure suuna rete tesa da un elastico. Anche glli elastici dovrebbero stare al di sopra della ciotola. Nessuna parte della mascherina deve toccare l'acqua. La mascherina dovrebbe mantenere la sua efficacia fino a 3 cicli, senza deformarsi o perdere potere di filtrazione.

Mascherina chirurgica: lasciarla in forno a 70°C per 1 ora. Se la mascherina è stata poco esposta al virus e non verrà utilizzata da una persona a rischio, proponiamo un'alternativa. Dopo 7 giorni, la maggior parte del virus presente su una mascherina chirurgica è inattivata. E' quindi possibile acquistare 7 mascherine, metterle in una busta con la data dopo l'uso, e lasciarle riposare per almeno 7 giorni in una scatola al caldo, al sole o su un termosifone.

Si consiglia di decontaminare in forno o in lavatrice più mascherine allo stesso tempo per ottimizzare le risorse. Inoltre, verificare sempre che la mascherina non sia danneggiata prima di utilizzarla. Tenete presente che è possibile che piccole dosi di virus siano sufficienti a contaminarla.


facebook twitter linkedin

Fonti

Decontaminazione di mascherine N95 a 85°C, 60-85% di umidità.

Anderegg, L., Meisenhelder, C., Ngooi, C. O., Liao, L., Xiao, W., Chu, S., ... & Doyle, J. M. (2020). A Scalable Method of Applying Heat and Humidity for Decontamination of N95 Respirators During the COVID-19 Crisis. medRxiv.

Confronto dell'efficacia delle mascherine N95 in garza chirurgica ("gauze masks") e in non-tessuto ("spunlace masks") dopo la decontaminazione con calore secco (nel cuociriso), calore umido (autoclave), candeggina, isopropanolo o etanolo.

Lin, T. H., Chen, C. C., Huang, S. H., Kuo, C. W., Lai, C. Y., & Lin, W. Y. (2017). Filter quality of electret masks in filtering 14.6–594 nm aerosol particles: Effects of five decontamination methods. PloS one, 12(10).

Posizionare un respiratore FFR su un contenitore di plastica con fori e acqua sul fondo e lasciarlo nel microonde per 2 minuti a 1250 W inattiva più del 99,99% del virus H1N1.

Heimbuch, B. K., Wallace, W. H., Kinney, K., Lumley, A. E., Wu, C. Y., Woo, M. H., & Wander, J. D. (2011). A pandemic influenza preparedness study: use of energetic methods to decontaminate filtering facepiece respirators contaminated with H1N1 aerosols and droplets. American journal of infection control, 39(1), e1-e9.

Un trattamento di 30 minuti a 75°C mantiene le proprietà filtranti delle mascherine N95.

Liao, L., Xiao, W., Zhao, M., M., Yu, X., Wang, H., Wang, Q., Chu, S., & Cui, Y. (2020). I respiratori N95 possono essere riutilizzati dopo la disinfezione? Quante volte? ACS nano, acsnano.0c03597. Pubblicazione online in anticipo.

Dopo 7 giorni, il 99,9% del virus è inattivato su una mascherina chirurgica, il 99,9% del virus non sopravvive più di 2 giorni sui tessuti. Il sapone inattiva il 99,999% del virus in 15 minuti a 22°C.

Chin, A., Chu, J., Perera, M., Hui, K., Yen, H. L., Chan, M., ... & Poon, L. (2020). Stability of SARS-CoV-2 in different environmental conditions. The Lancet Microbe.

Confronto della deformazione fisica e della capacità di filtrazione dopo 3 cicli di decontaminazione con diversi metodi.

Bergman, M. S., Viscusi, D. J., Heimbuch, B. K., Wander, J. D., Sambol, A. R., & Shaffer, R. E. (2010). Evaluation of multiple (3-cycle) decontamination processing for filtering facepiece respirators. Journal of Engineered Fibers and Fabrics, 5(4).

Confronto della decontaminazione di respiratori FFP, mascherine chirurgiche o in tessuto dopo il trattamento in un cuoci-riso (100°C), con o senza acqua.

Li, D. F., Cadnum, J. L., Redmond, S. N., Jones, L. D., & Donskey, C. J. (2020). It's Not the Heat, It's the Humidity: Effectiveness of a Rice Cooker-Steamer for Decontamination of Cloth and Surgical Face Masks and N95 Respirators. American Journal of Infection Control.

Riassunto della letteratura indica che né un trattamento di 1 ora al forno né di 2 minuti a 750W in microonde diminuiscono il potere di filtrazione, il fattore di aderenza o la respirabilità dei respiratori N95.

Gertsman, S., Agarwal, A., O'Hearn, K., Webster, R., Tsampalieros, A., Barrowman, N., ... & Gibson, J. (2020). Microwave-and Heat-Based Decontamination of N95 Filtering Facepiece Respirators (FFR): A Systematic Review.

Metodo per la decontaminazione al 99,9999% di respiratori FFP per 3 minuti a 1100 W sopra un contenitore d'acqua in un forno a microonde.

Zulauf, K. E., Green, A. B., Ba, A. N. N., Jagdish, T., Reif, D., Seeley, R., ... & Kirby, J. E. (2020). Microwave-Generated Steam Decontamination of N95 Respirators Utilizing Universally Accessible Materials. medRxiv.

Dopo 1 ora a 70°C in forno, il 99,999% del coronavirus SARS-CoV-2 su una mascherina N95 è inattivato. L'aderenza diminuisce dopo 3 cicli ma rimane al di sopra di 100, che è tipicamente considerato un buon valore.

Fischer, R., Morris, D. H., van Doremalen, N., Sarchette, S., Matson, J., Bushmaker, T., ... & Judson, S. (2020). Assessment of N95 respirator decontamination and re-use for SARS-CoV-2. medRxiv.

Il calore secco a 80°C per un'ora non diminuisce significativamente la capacità di filtrazione, la traspirabilità, l'elasticità degli elastici e la forma dei respiratori FFR, anche dopo 20 cicli.

Viscusi, D. J., King, W. P., & Shaffer, R. E. (2007). Effect of Decontamination on the Filtration Efficiency of Two Filtering Facepiece Respirator Models. Journal of the International Society for Respiratory Protection, 2493.

La temperatura deve essere controllata con precisione durante la decontaminazione: i respiratori lasciati per 1 ora in forno a 100°C si sono sciolti o hanno visto la loro capacità di filtrazione scendere sotto il 95%. D'altra parte, nessuno dei 9 modelli testati si è fuso o ha ridotto la sua capacità di filtrazione al di sotto del 95% a 80°C o 90°C.

Viscusi, D. J., Bergman, M. S., Eimer, B. C., & Shaffer, R. E. (2009). Evaluation of five decontamination methods for filtering facepiece respirators. Annals of occupational hygiene, 53(8), 815-827.

I diversi tipi di detergente non inattivano il virus dell'influenza con la stessa efficacia né meccanismo: l'oleato di potassio (C18:1) è il più efficace, il sodio dodecil solfato (SDS) e il sodium laureth sulfate (LES) sono meno efficaci, soprattutto a basse concentrazioni.

Kawahara, T., Akiba, I., Sakou, M., Sakaguchi, T., & Taniguchi, H. (2018). Inactivation of human and avian influenza viruses by potassium oleate of natural soap component through exothermic interaction. PloS one, 13(9).

Per saperne di più

COVID: Una procedura mascherina chirurgica può essere utilizzata più di una volta?

Il coronavirus SARS-CoV-2 resiste al freddo e al caldo?

Il coronavirus SARS-CoV-2 può essere inattivato nel forno a microonde?

Per quanto tempo il coronavirus rimane infettivo?

Quali sono i diversi tipi di mascherine?

Perché si consiglia di non indossare un intervento chirurgico mascherina per più di 4 ore?

Possiamo usare una mascherina dopo la data di scadenza?

Ha senso indossare una visiera trasparente?