< Malattia

Qual è il rischio di morire di COVID-19 per una persona infetta?

Testo aggiornato al 2020-10-18


La probabilità di morire per COVID-19 varia molto a seconda dell'età e di altri fattori di rischio. E' quasi zero per i bambini (< 0,006%), adolescenti e giovani adulti ed è elevata per gli anziani (circa 8% per gli ultraottantenni). Per l'insieme della popolazione le stime fluttuano tra 0,3 % e 1,5 %.

La probabilità di morire dopo essere stati infettati dal virus della SARS-CoV-2, o"tasso di mortalità deicasi", può essere calcolata dividendo il numero di persone morte per la malattia COVID-19 per il numero totale di persone infettate dal virus. Tuttavia, il numero totale di persone infette è difficile da conoscere con precisione, perché molti sviluppano solo sintomi minori (si dice che queste persone siano poco o asintomaticamente sintomatiche) e non sono sottoposti a test di routine.

Gli epidemiologi distinguono due tassi di letalità per le malattie infettive:

Il tasso di fatalità del caso è superiore al tasso di fatalità del caso reale. Varia molto da un paese all'altro (tipicamente tra l'1 e il 20%) perché dipende dal paese stesso:

Il tasso di mortalità dell'infezione corrisponde al tasso di mortalità effettivo, ma è più difficile da calcolare perché il numero totale delle persone infette deve essere stimato. Ciò può essere fatto conducendo regolari campagne di PCR su larga scala che includono individui asintomatici o eseguendo test sierologici per rilevare se una persona è stata precedentemente infettata dal CACOV-2-SARS. Attualmente, si stima che il tasso di mortalità per caso di infezione in una popolazione distribuita in tutte le età sia compreso tra lo 0,3 e lo 0,8%.

Tra marzo 2020 e giugno 2020, il tasso di mortalità in ospedale dei pazienti di COVID-19 è diminuito in diversi Paesi (Italia, Regno Unito e Stati Uniti). Vedi la domanda La gestione dei pazienti con COVID-19 è migliorata?


facebook twitter linkedin

Fonti

Spiegazione della differenza tra il tasso di letalità delle persone infette (IFR) e il tasso di letalità dei casi individuati (CFR). Molte persone infette non vengono rilevate perché asintomatiche o paucisintomatiche, e il campionamento della popolazione, che favorisce le persone con sintomi di difficoltà respiratoria, porta a sottovalutare il numero di persone infette.

Bar-On, Y. M., Flamholz, A., Phillips, R., & Milo, R. (2020). SARS-CoV-2 (COVID-19) by the numbers. Elife, 9, e57309.

Una "meta-analisi" di 13 studi sul tasso di letalità degli infetti (IFR) condotti tra febbraio e aprile 2020 indica che nel complesso questo tasso può essere stimato allo 0,75% (0,49% - 1,01%) con differenze legate alla piramide di età di ogni popolazione.

Meyerowitz-Katz, G., & Merone, L. (2020). A systematic review and meta-analysis of published research data on COVID-19 infection-fatality rates. medRxiv.

Analisi di 95.218 persone ricoverate per COVID-19 in Francia, tra cui 16.386 sono deceduti: si stima che il 3,6% delle persone infette siano ricoverate in ospedale e lo 0,7% muoiano.

Salje, H., Kiem, C. T., Lefrancq, N., Courtejoie, N., Bosetti, P., Paireau, J., ... & Le Strat, Y. (2020). Estimating the burden of SARS-CoV-2 in France. Science.

In Lombardia, sulla base del confronto della mortalità registrata in 10 comuni confrontata con quella del 2015-2019, l'IFR globale è stimato pari all'1,29%. Varia dallo 0,05% per le persone di età inferiore ai 60 anni al 4,25% per le persone di età superiore ai 60 anni.

Rinaldi, G., & Paradisi, M. (2020). An empirical estimate of the infection fatality rate of COVID-19 from the first Italian outbreak. medRxiv.

Confronto dei tassi di lettalità in Italia, Cina e Corea del Sud.

Onder, G., Rezza, G., & Brusaferro, S. (2020). Case-fatality rate and characteristics of patients dying in relation to COVID-19 in Italy. Jama.

Una meta-analisi dei casi di COVID-19 in Cina stima, al 25 marzo 2020, un tasso di letalità dei casi (CFR) dello 0,66% per la popolazione globale.

Verity, R., Okell, L. C., Dorigatti, I., Winskill, P., Whittaker, C., Imai, N., ... & Dighe, A. (2020). Estimates of the severity of coronavirus disease 2019: a model-based analysis. The Lancet Infectious Diseases.

Una meta-analisi dei fattori di rischio di morte per COVID-19 stata condotta su 17 milioni di pazienti negli ospedali americani e ha mostrato differenze tra i sessi, le etnie e una forte dipendenza dalla presenza di malattie pregresse:

Williamson, E., Walker, A. J., Bhaskaran, K. J., Bacon, S., Bates, C., Morton, C. E., . . . Goldacre, B. (2020). OpenSAFELY: factors associated with COVID-19-related hospital death in the linked electronic health records of 17 million adult NHS patients. medRxiv, 2020.2005.2006.20092999. doi:10.1101/2020.05.06.20092999

Uno studio sierologico su larga scala nel villaggio di Gangelt, un primo cluster in Germania dove si è tenuto un festival e dove l'80% della popolazione è stato sottoposto a screening per la presenza degli anticorpi che indicano un'infezione da SARS-CoV-2, stima che il tasso di letalità delle persone infette (IFR) sia dello 0,37%.

Streeck, H., Schulte, B., Kuemmerer, B., Richter, E., Höller, T., Fuhrmann, C., ... & Eschbach-Bludau, M. (2020). Infection fatality rate of SARS-CoV-2 infection in a German community with a super-spreading event. medRxiv.

Uno studio dell'Università di Berkeley pubblicato nell'aprile 2020 ha stimato, sulla base della mortalità mensile osservata dal 2015 al 2019, che in Italia il numero effettivo delle vittime del COVID-19 è il doppio di quello riportato negli ospedali e che solo una persona su 35 infette è stata confermata. I ricercatori osservano che in città come Bergamo, dove ci sono state 6.000 vittime ogni 1 milione di abitanti (ovvero 0,6%), il tasso di mortalità delle persone infette (IFR) ha necessariamente superato lo 0,6% in queste condizioni.

Modi, C., Boehm, V., Ferraro, S., Stein, G., & Seljak, U. (2020). Total COVID-19 Mortality in Italy: Excess Mortality and Age Dependence through Time-Series Analysis. medRxiv.

Stima del tasso di letalità delle persone infette in Francia al 7 maggio 2020: 0,5%:

Roques, L, Klein, E, Papaix, J, Sar, A, Soubeyrand, S. Using early data to estimate the actual infection fatality ratio from COVID-19 in France. doi: https://doi.org/10.1101/2020.03.22.20040915

Uno studio del 14 maggio 2020 basato sull'eccesso di lettalità osservato rispetto agli anni precedenti stima l'IFR allo 0,5% a New York City e allo 0,61% in Lombardia. Si noti che il numero di vittime COVID-19 è stimato a circa 50.000 persone al 9 maggio 2020 invece di 33.000. Ovvero +50% rispetto alle cifre annunciate. Questa differenza è causata dalle persone anziane colpite dal virus nelle loro case.

Modi, C, Boehm, V, Ferraro, S, Stein, G, Seljak, U. How deadly is COVID-19? A rigorous analysis of excess mortality and age-dependent fatality rates in Italy

Un modello stima che il tasso di letalità dell'infezione potrebbe essere 10 volte inferiore rispetto alle stime iniziali, vicino all'1%.

Delius, GW, Powell, BJ, Bees, MA, Constable, GW, MacKay, NJ, Pitchford JW (2020). More prevalent, less deadly? Bayesian inference of the COVID19 Infection Fatality Ratio from mortality data

Tasso di letalità dell'infezione stimato secondo un modello bayesiano di tipo SIR ("Susceptible, Infectious, or Recovered") allo 0,17% all'inizio dell'epidemia e in graduale aumento fino all'1,8%:

Chow*, CC, Chang, JC, Gerkin RC, Vattikuti, S. Global prediction of unreported SARS-CoV2 infection from observed COVID-19 cases

Per saperne di più

La gestione dei pazienti con il COVID-19 morbo di Alzheimer è migliorata?

Qual è il test per scoprire se sono infetto da CoV-2-SARS?

Per quanto tempo il coronavirus rimane infettivo?

Esistono farmaci antivirali che impediscano al coronavirus di moltiplicarsi?

Quali sono gli approcci della ricerca scientifica per combattere il coronavirus SARS-CoV-2?

Quali sono i sintomi del COVID-19?

Quali sono i fattori che aumentano il rischio di morire per COVID-19?

La malattia COVID-19 ha dei fattori genetici?