Agire >


Vedere nipoti, genitori e nonni

Testo aggiornato al 2020-11-17

Per molte persone è molto difficile non vedere i propri nipoti, genitori o nonni. Tuttavia, i rischi di una visita sono grandi: i genitori e i nonni sono più vulnerabili al COVID-19. Per organizzare comunque una visita ai propri cari riducendo al minimo i rischi, è fondamentale tenere la mascherina durante tutta la visita e cambiare l'area il più possibile nella stanza.

Lo sapevi?Le persone sopra i 65 anni hanno il 50% di probabilità in più di essere infettate dal SARS-CoV-2 rispetto agli adulti sotto i 65 anni e i loro sintomi sono spesso più gravi.Per saperne di più

Chi sono le persone vulnerabili?

facebook twitter linkedin

Molti casi di infezione sono stati osservati all'interno delle famiglie. Anche i bambini che non hanno sintomi del COVID-19 ma che sono stati infettati dal SARS-CoV-2 possono trasmetterlo ai loro genitori e nonni.

Lo sapevi? Sono stati osservati numerosi casi di trasmissione da un bambino ad un genitore indipendentemente dall'età del bambino: anche un bambino di 3 mesi ha contaminato entrambi i genitori! Per saperne di più

Lo sapevi? Si stima che quasi il 45% delle persone infettate dal coronavirus sia privo di sintomi ma comunque contagioso! Per saperne di più

facebook twitter linkedin

La mascherina ci protegge: riduce notevolmente il rischio di essere contagiati e, se veniamo infettati mentre indossiamo una mascherina, il COVID-19 sarà meno grave!

La gravità della malattia COVID-19 dipende dalla dose di virus ricevuta?

Lo sapevi? Su una nave da crociera, la Greg Mortimer, al largo dell'Antartide nel marzo 2020, una persona ha dichiarato di avere il COVID-19. Tutti i passeggeri e i membri dell'equipaggio hanno iniziato ad indossare una mascherina. Più della metà dei passeggeri era infetta, ma solo il 20% aveva sintomi (rispetto al solito 60%). Per saperne di più

Lo sapevi? Anche se la mascherina può causare disagio, non riduce la quantità di ossigeno nel sangue. Per saperne di più

facebook twitter linkedin

Per dissipare gli aerosol responsabili della diffusione del SARS-CoV-2, è indispensabile trovarsi in un luogo ventilato, cioè all'esterno o in un locale ben ventilato con finestre aperte. Se fa freddo, è meglio mettere un maglione in più piuttosto che prendere la COVID-19 !

Lo sapevi? Finora è stato identificato un solo caso di cluster di contagio che ha avuto luogo all'aperto: si trattava di una festa in cui c'erano tendoni per la ristorazione con una ventilazione minima. Gli altri casi di contagio a cluster si sono verificati in luoghi chiusi: palazzetto dello sport, nave, ristorante, bar, ospedale, chiesa ecc. Per saperne di più

Lo sapevi? Il rischio di trasmissione è molto più basso all'esterno che all'interno, purché si stia lontani, perché gli aerosol contenenti il coronavirus sono dispersi nell'atmosfera. Tuttavia, anche se il rischio di contaminazione all'esterno è basso, non si riduce a zero. Tra 7'324 casi di COVID-19 descritti in Cina da gennaio a febbraio 2020, è stato descritto un caso di trasmissione del coronavirus all'aperto in cui le persone erano vicine. Per saperne di più

facebook twitter linkedin

Anche se non è vero, siamo convinti che i nostri familiari, i nostri cari, i nostri amici siano meno soggetti a trasmettere  il COVID-19 di chi fa jogging per strada o del fattorino della spesa. Questo non è vero: il rischio di infezione da COVID-19 è più alto tra familiari che tra estranei.

Come siamo influenzati dai nostri bias cognitivi durante l'epidemia di COVID-19?

Lo sapevi che Una meta-analisi di 40 studi mostra che, in media, il tasso di infezione è del 20% all'interno delle famiglie e del 40% tra coniugi. Per saperne di più

facebook twitter linkedin