< Mascherine

Mascherina chirurgica o in tessuto: quale scegliere?

Testo aggiornato al 2020-12-08


Vi chiedete quale sia la mascherina più adatta a voi? Ecco cosa considerare per fare la scelta giusta.

È meglio indossare una mascherina in tessuto o una chirurgica? La scelta dipende da qual è la priorità (protezione, comfort, ecologia o economia).

Protezione

L'efficienza di filtrazione di una mascherina è la sua capacità di bloccare le particelle. L'efficienza di filtrazione delle mascherine chirurgiche è generalmente superiore (di circa 10 punti percentuali) rispetto alle mascherine in cotone. In generale, si osserva meno variabilità nella filtrazione, nella traspirazione e nell'aderenza al viso per le mascherine chirurgiche,dal momento che le loro performance sono standard. Se volete essere sicuri degli standard della vostra mascherina, sceglietene una chirurgica. Vedere anche la domanda Mascherine chirurgiche contraffatte: come distinguere le vere dalle false?

Questo fattore è importante tanto quanto l'efficienza di filtrazione del materiale di cui è costituita la mascherina: se l'aria (e i virus) possono passare sopra o ai lati della mascherina, l'efficienza di filtrazione è notevolmente ridotta. In generale, le mascherine chirurgiche aderiscono al viso due volte meglio delle mascherine in tessuto, ma molto peggio delle mascherine FFP2 o simili. Assicuratevi di utilizzare una mascherina ben posizionata, senza perdite a livello del naso o delle guance, sia essa chirurgica o in tessuto!

Indossare correttamente la mascherina e toglierla solo in situazioni di basso rischio è estremamente importante. Vedere anche la domanda Dove e quando mettere una mascherina? Se si indossa la mascherina lasciando fuori il naso, non importa che l'efficienza di filtrazione e l'aderenza al viso siano elevate! Se la mascherina ci scivola sempre sotto il naso mentre parliamo, si dovrebbe sceglierne una una con elastici più stretti o con un nasello metallico da stringere sul naso.

Comodità

Affinché la mascherina sia efficace, deve essere indossata correttamente per un lungo periodo di tempo. È quindi indispensabile scegliere una mascherina confortevole. In generale, una mascherina in tessuto è più comoda di una chirurgica, ma dipende dalla mascherina e dalla persona che la porta.

Traspirabilità

È vero che la mascherina deve filtrare le particelle virali, ma bisogna pur riuscire a respirare! Un sacchetto di plastica intorno alla testa blocca il 100% del virus ma anche il 100% dell'aria! La traspirabilità di una mascherina può essere misurata: in genere è più alta per le mascherine chirurgiche che per quelle in tessuto, a parità di filtrazione, ma alcune mascherine in tessuto fanno eccezione.

Stile

Ognuno ha il suo stile: alcuni preferiranno una sobria mascherina chirurgica, altri una fantasiosa o originale mascherina in tessuto. È importante rendere l'esperienza il più piacevole possibile. Così sarà più facile indossare la mascherina correttamente e continuamente, ogni qualvolta sia necessario.

Ambiente

Potete lavare la vostra mascherina di stoffa e riutilizzarla, proprio come gli altri indumenti. Le mascherine chirurgiche monouso sono rifiuti non riciclabili, quindi non sono il massimo per l'ambiente! Noi proponiamo un metodo per riutilizzarle più volte: COVID: è possibile riutilizzare una mascherina chirurgica?

Economia


facebook twitter linkedin

Fonti

Questo studio confronta le filtrazioni a 0,02 μm e 1 μm (senza perdite) e mostra che le mascherine chirurgico hanno filtrazioni più efficienti di un tessuto a trama fine come un tessuto monostrato (90% vs 72%) per le piccole particelle e per le particelle più grandi (96% vs 83%). Anche la traspirabilità e la vestibilità del viso sono state migliori per le mascherine chirurgico che per il tessuto le mascherine .

Davies, A., Thompson, K.-A., Giri, K., Kafatos, G., Walker, J., & Bennett, A. (2013). Testare l'efficacia delle maschere fatte in casa: Proteggerebbero in una pandemia influenzale? Disaster Medicine and Public Health Preparedness, 7, 413-418.

L'efficienza di filtrazione delle particelle virali (0,1 μm) di uno strato di cotone a trama finissima (600 TPI) è di circa il 70%, mentre quella delle maschere chirurgiche è del 76%. Per le particelle più grandi (3 μm), l'efficienza di filtrazione è paragonabile e circa il 98%. Va notato che la filtrazione diminuisce notevolmente (per tutti i tipi di maschere) in presenza di un piccolo foro, che simula il passaggio dell'aria intorno alle maschere. Questi risultati suggeriscono che l'adattamento al viso è più importante della composizione dello strato filtrante della maschera per fermare efficacemente le particelle. le mascherine maschere chirurgiche hanno poi 10 punti di filtrazione in più di 600 TPI di cotone sia per le piccole (0,1 μm) che per le grandi (3 μm) particelle. La traspirabilità e la vestibilità del viso delle maschere chirurgiche sono migliori di quelle delle maschere in tessuto.

Konda, A., Prakash, A., Moss, G. A., Schmoldt, M., Grant, G. D., & Guha, S. (2020). Aerosol Filtration Efficiency of Common Fabrics Used in Respiratory Cloth Masks. ACS Nano.

Studio che analizza il fattore di regolazione del viso. le mascherine in tessuto sono meno aderenti rispetto a le mascherine chirurgico (per gli adulti il 50% meno aderenti e per i bambini il 33% meno aderenti). I fattori di regolazione facciale cambiano con l'uso prolungato (ma non in modo significativo) e a seconda del tipo di attività. le mascherine funziona meglio come protezione per chi lo indossa che per le persone che lo circondano (la filtrazione è maggiore dall'esterno verso l'interno rispetto al contrario): le maschere FFP2 e le maschere chirurgiche sono simili, ma le maschere in tessuto le mascherine offrono meno protezione rispetto alle altre due.

van der Sande, M., Teunis, P., & Sabel, R. (2008). Le maschere facciali professionali e fatte in casa riducono l'esposizione alle infezioni respiratorie della popolazione generale. PloS uno, 3(7), e2618.

Si osservano grandi variazioni nella filtrazione (particelle <0,3 μm) (dal 28% al 91%) quando vengono testate diverse maschere in tessuto comune. le mascherine Le maschere chirurgiche sono meno variabili (53-75%).

Mueller, A. V., Eden, M. J., Oakes, J. M., Bellini, C., & Fernandez, L. A. (2020). Metodo quantitativo per la valutazione comparativa dell'efficienza di rimozione delle particelle delle maschere in tessuto come alternativa alle maschere chirurgiche standard per il ppe. Materia, 3(3), 950-962.

Sintesi di 25 studi sul potere di filtrazione di diversi tipi di maschere. La recensione mostra che le maschere chirurgiche le mascherine hanno quasi sempre una migliore filtrazione rispetto alle maschere in tessuto le mascherine che hanno una traspirabilità simile (2 strati di maglietta di cotone, tessuto di cotone a trama molto fine, 600 TPI).

Clase, C. M., Fu, E. L., Ashur, A., Beale, R. C., Clase, I. A., Dolovich, M. B., ... & Pecoits-Filho, R. (2020, luglio). Tecnologia dimenticata nella COVID-19 Una pandemia. Proprietà di filtrazione di tessuti e maschere di tessuto: una rassegna narrativa. In Mayo Clinic Proceedings. Elsevier.

Un gruppo di lavoro dell'University College di Londra ha stimato che la domanda attuale di mascherine nel Regno Unito è di 24,7 miliardi di mascherine all'anno. Se ogni persona nel Regno Unito utilizzerà una mascherina monouso al giorno per un anno, si creeranno 123'000 tonnellate di rifiuti di plastica non riciclabili.

Relazione di UCL Plastic Waste Innovation Hub. I pericoli ambientali dell'impiego di maschere facciali monouso come parte di una COVID-19 strategia di uscita.

Il rilascio di un numero enorme di maschere chirurgiche di plastica nell'ambiente sta portando a un fenomeno senza precedenti di inquinamento visivo, biologico e chimico su scala globale, in tutti gli ecosistemi. È in ambienti marini che l'impatto della microplastica è probabilmente il più dannoso.

Aragaw, T. A. (2020). Surgical face masks as a potential source for microplastic pollution in the COVID-19 scenario. Marine Pollution Bulletin, 159, 111517.

Un articolo che mostra la sfida posta dal rilascio nell'ambiente di miliardi di mascherine monouso. Ne discute anche le conseguenze, in particolare l'aumento del contenuto di microplastiche negli oceani. Queste microplastiche sono una minaccia per la fauna marina ed una possibile fonte di avvelenamento e infezione per le persone.

Fadare, O. O., & Okoffo, E. D. (2020). Covid-19 face masks: A potential source of microplastic fibers in the environment. The Science of the total environment, 737, 140279.

Un fattore di regolazione superiore a 100 indica una perdita di filtrazione inferiore all'1%. Solo le mascherine FFP2 ha tali fattori di aggiustamento.

Occupational Safety and Health Administration (1998). Standard di protezione respiratoria 1910.134.

Un riassunto degli effetti fisiologici o psicologici (testati o potenziali) di indossare una maschera, confrontando diversi tipi di maschere, ove possibile. le mascherine non hanno alcun effetto sulla respirazione e sui livelli di ossigeno, ma possono essere scomodi. Questi effetti di disagio dovrebbero essere presi in considerazione in quanto giocano un ruolo importante nel decidere se indossare o meno una mascherina.

Scheid, J., Lupien, S., Ford, G. S., & West, S. (2020). Impatto fisiologico e psicologico dell'uso delle maschere facciali durante il COVID-19 Una pandemia. International Journal of Environmental Research and Public Health. Volume 78, edizione 18, 6655.

Per saperne di più

Quali sono i diversi tipi di mascherine?

Si può riutilizzare una mascherina?

Devo indossare un mascherina "dentro-fuori" ?

Dove e quando mettere una mascherina?

Come si confeziona una mascherina?

Ha senso indossare una visiera trasparente?

Perché usare la mascherina?

Devo indossare una mascherina se non ho sintomi?

Devo indossare una mascherina se ho già avuto il COVID-19 ?

Perché si consiglia di non indossare una mascherina chirurgica per più di 4 ore?