< Malattia

Possiamo prendere il COVID-19 due volte?

Testo aggiornato al 2020-09-24


Sì, è possibile prendere il COVID-19 più volte.

Lareinfezione con il coronavirus SARS-CoV-2 è stata recentemente dimostrata in alcuni pazienti. La possibilità di essere reinfettati con il virus COVID 19 era stata sospettata per diversi mesi. In effetti, in diversi paesi sono stati osservati casi di pazienti curati e testati negativamente, che mostrando di nuovo i sintomi e/o sono portatori di RNA virale. Tuttavia, il rilevamento del virus nei pazienti "curati" può essere interpretato in due modi diversi: o un ritorno della prima infezione, che in realtà non sarebbe stata completamente eliminata ma sarebbe scesa al di sotto della soglia di rilevamento dei test, oppure una vera e propria nuova infezione. Un confronto della sequenza dell'RNA virale nella prima e nella "seconda" infezione ci permette di distinguere tra queste due possibilità: una sequenza identica o molto simile è compatibile con una ricomparsa della prima infezione, mentre differenze significative tra l'RNA virale rilevato durante i due episodi infettivi sono indicative di due infezioni indipendenti. Questo è stato osservato in alcuni pazienti.

Sono stati segnalati due casi: in alcuni pazienti, i sintomi della COVID-19 erano più gravi la seconda volta e in altri, i sintomi erano meno gravi della prima infezione. Per esempio, un residente di 33 anni di Hong Kong non ha avuto sintomi durante la reinfezione, mentre un residente di 25 anni di Reno, Nevada (USA) ha avuto una forma grave di COVID-19 durante la reinfezione, ma non durante la sua prima infezione.

Nel caso dei virus che causano raffreddori (HCoV: NL63, 229E, OC43 e HKU1), che fanno anch'essi parte della famiglia dei coronavirus e per i quali sono disponibili maggiori informazioni, una persona viene reinfettata in media ogni 3 anni e una seconda infezione può verificarsi solo 6 mesi dopo la precedente. Per il SARS-CoV-2 responsabile della COVID-19, le nostre conoscenze sono ancora troppo limitate per stimare la probabilità di reinfezione.

I pochi casi osservati di reinfezione con il virus della COVID-19 sollevano importanti domande per le quali non abbiamo ancora una risposta chiara: quanto sono frequenti queste reinfezioni? Quali sono le conseguenze per i pazienti e le dinamiche della pandemia? Quali sono le implicazioni per lo sviluppo del vaccino?


facebook twitter linkedin

Fonti

Studio che riporta il caso di un paziente risultato positivo al coronavirus SARS-CoV-2 al suo ritorno dalla Spagna, all'aeroporto di Hong Kong, quattro mesi e mezzo dopo una prima infezione. Le differenze tra le sequenze di RNA virale raccolte durante i due episodi infettivi confermano che si tratta di due infezioni successive e indipendenti.

To, K. K. W., Hung, I. F. N., Ip, J. D., Chu, A. W. H., Chan, W. M., Tam, A. R., ... & Lee, L. L. Y. (2020). COVID-19 re-infection by a phylogenetically distinct SARS-coronavirus-2 strain confirmed by whole genome sequencing. Clinical Infectious Diseases.

In questo "preprint", gli autori riportano il caso di un paziente venticinquenne di Reno, Nevada, che ha sviluppato una forma grave di COVID-19 (con ricovero ospedaliero e necessità di apporto continuo di ossigeno) un mese dopo la fine dei sintomi associati a una prima infezione che non richiedeva il ricovero ospedaliero. Le differenze nelle sequenze di RNA virale dei due episodi infettivi confermano che si tratta di una reinfezione e non di una ricomparsa della prima infezione.

Tillett, R., Sevinsky, J., Hartley, P., Kerwin, H., Crawford, N., Gorzalski, A., ... & Farrell, M. (2020). Genomic Evidence for a Case of Reinfection with SARS-CoV-2. Available at SSRN 3680955.

Questo commento pubblicato nella rivista Nature esplora le domande poste dai due studi sopra citati riguardo la diffusione della pandemia di COVID-19 e lo sviluppo di un vaccino.

Ledford H. (2020). Coronavirus reinfections: three questions scientists are asking. Nature, 10.1038/d41586-020-02506-y. Advance online publication.

La reinfezione da parte del coronavirus SARS-CoV-2 nei macachi.

Chandrashekar, A., Liu, J., Martinot, A. J., McMahan, K., Mercado, N. B., Peter, L., ... & Busman-Sahay, K. (2020). SARS-CoV-2 infection protects against rechallenge in rhesus macaques. Science.

Analisi dei dati sierologici e clinici accumulati nei Paesi Bassi in 10 uomini (di età compresa tra i 27 e i 40 anni all'inizio dello studio) per 35 anni, dal 1985 al 2020, che si sono offerti volontari per il prelievo di campioni di sangue circa ogni 3-6 mesi. In totale sono state rilevate 132 infezioni comuni da coronavirus del raffreddore (HCoV: NL63, 229E, OC43 e HKU1), ossia tra 3 e 22 infezioni per individuo. Un tempo di reinfezione mediano simile di circa 30 mesi è stato misurato per ciascuno dei 4 coronavirus del raffreddore. In alcuni casi, la reinfezione con lo stesso coronavirus si è verificata 6 mesi dopo il primo. Per ogni coronavirus, il numero di infezioni da maggio a settembre è la metà di quello che si verifica da dicembre a marzo.

Edridge, A. W., Kaczorowska, J., Hoste, A. C., Bakker, M., Klein, M., Loens, K., ... & Ieven, M. (2020). Seasonal coronavirus protective immunity is short-lasting. Nature Medicine, 1-3.

Casi di reinfezione 93 giorni dopo la prima infezione. Le differenze nelle sequenze di RNA virale dei due episodi infettivi suggeriscono una reinfezione.

Van Elslande, J., Vermeersch, P., Vandervoort, K., Wawina-Bokalanga, T., Vanmechelen, B., Wollants, E., ... & Maes, P. (2020). Symptomatic SARS-CoV-2 reinfection by a phylogenetically distinct strain. Clinical infectious diseases: an official publication of the Infectious Diseases Society of America, ciaa1330.

Casi di reinfezione in due medici in India. Le differenze nelle sequenze di RNA virale dei due episodi infettivi suggeriscono che si tratta effettivamente di una reinfezione.

Gupta, V., Bhoyar, R. C., Jain, A., Srivastava, S., Upadhayay, R., Imran, M., ... & Gupta, R. (2020). Asymptomatic reinfection in two healthcare workers from India with genetically distinct SARS-CoV-2. Preprint

Casi di reinfezione 51 giorni dopo la prima infezione. Le differenze nelle sequenze di RNA virale dei due episodi infettivi suggeriscono una reinfezione.

Larson, D., Brodniak, S. L., Voegtly, L. J., Cer, R. Z., Glang, L. A., Malagon, F. J., ... & Burgess, T. (2020). A Case of Early Re-infection with SARS-CoV-2. Clinical infectious diseases: an official publication of the Infectious Diseases Society of America, ciaa1436

Tabella regolarmente aggiornata dei casi di re-infezione da COVID-19 segnalati in tutto il mondo. Al 24 settembre 2020, ci sono stati 15 casi di reinfezione.

Articolo di BNO News aggiornato regolarmente.

Per saperne di più

Come si prende il COVID-19?

Il coronavirus SARS-CoV-2 può essere trasmesso attraverso aerosol?

Devo indossare un mascherina "dentro-fuori" ?

Devo indossare una mascherina se ho già avuto il COVID-19 ?