< Bambini

I bambini possono essere infettati dal coronavirus SARS-CoV-2?

Testo aggiornato al 2020-05-03


Sì, i bambini possono essere portatori del coronavirus SARS-CoV-2. Molti bambini sono stati infettati in Cina e nei paesi europei. In generale, i loro sintomi sono meno importanti rispetto a quelli degli adulti, anche se mostrano la stessa carica virale nel naso, e sono quindi a priori contagiosi come gli adulti.

In vari paesi, i test dimostrano che la percentuale di bambini tra le persone affette da COVID-19 è inferiore alla percentuale di bambini nella popolazione totale. Questi risultati non significano necessariamente che i bambini abbiano un tasso di infezione inferiore a quello degli adulti, poiché la percentuale di test positivi dipende dalla selezione delle persone che vengono sottoposte al test. Poiché gli adulti affetti da SARS-CoV-2 presentano sintomi più severi rispetto ai bambini e poiché i test vengono effettuati preferibilmente su individui sintomatici, il numero di adulti sottoposti a test è maggiore e ciò contribuisce molto probabilmente a trovare più test positivi negli adulti.

In Islanda, Corea del Sud e Cina, i test sono stati realizzati su un campione relativamente casuale della popolazione, il che ha dimostrato che la probabilità di essere positivi al test CoV-2-SARS è più alta nella fascia d'età 30-40 anni, più bassa nella fascia d'età 10-20 anni e ancora più bassa nella fascia d'età 0-10 anni.

Sulla base delle analisi epidemiologiche pubblicate su casi di bambini con COVID-19 e dei loro contatti ravvicinati, si stima che i bambini abbiano un rischio di infezione minore o pari a quello del resto della popolazione quando sono a contatto con una persona con COVID-19.  È probabile che allo scoppio dell'epidemia, poiché le persone infette erano principalmente viaggiatori provenienti dalle "zone rosse", il virus sia stato inizialmente trasmesso principalmente attraverso gli adulti. Oggi, con la chiusura delle scuole nella maggior parte dei paesi, è difficile stimare il rischio di trasmissione da un bambino ad un altro. Nel liceo di Crépy-en-Valois (Oise, Francia), il 38% degli studenti, il 59% del personale e il 43% degli insegnanti che hanno eseguito il test sierologico sono risultati positivi, confermando l'infezione da SARS-CoV-2.

Poiché i bambini possono contrarre il coronavirus SARS-CoV-2, devono seguire le stesse regole igieniche e di distanziamento fisico degli adulti.


facebook twitter linkedin

Fonti

Studio retrospettivo di >40.000 casi di COVID-19 in Cina: l'1% dei soggetti positivi al test si trova nella fascia d'età compresa tra i 10 e i 19 anni (549 bambini) e solo l'1% dei positivi sono bambini di età inferiore ai 10 anni (416 bambini).

Vital Surveillances (2020). The epidemiological characteristics of an outbreak of 2019 novel coronavirus diseases (COVID-19)—China, 2020. China CDC Weekly, 2(8), 113-122.

I bambini rappresentano il 16,8% della popolazione cinese.

National Bureau of Statistics, China census data (2020) (ultimo accesso 01/03/2020).

I risultati dei test su 13.080 volontari in Islanda hanno mostrato che la probabilità di essere positivi è molto bassa.<0,2%) dans="" la="" tranche="" 0-10="" ans,="" autour="" de="" 0,4%="" 10-20="" ans="" alors="" qu’elle="" est="" 1,5%="" 40-50="" (Figure="" 2E).<="" p=""> Gudbjartsson, D. F., Helgason, A., Jonsson, H., Magnusson, O. T., Melsted, P., Norddahl, G. L., ... & Eiriksdottir, B. (2020). Spread of SARS-CoV-2 in the Icelandic population. New England Journal of Medicine.

Test su 1391 bambini a Wuhan tra gennaio e febbraio 2020: il 12% è risultato positivo.

Lu X, Zhang L, Du H, Zhang J, Li YY, Qu J, Zhang W, Wang Y, Bao S, Li Y, Wu C, Liu H, Liu D, Shao J, Peng X, Yang Y, Liu Z, Xiang Y, Zhang F, Silva RM, Pinkerton KE, Shen K, Xiao H, Xu S, Wong GWK; Chinese Pediatric Novel Coronavirus Study Team. SARS-CoV-2 Infection in Children. N Engl J Med. 2020 Mar 18.

Lo studio epidemiologico su 391 casi di COVID-19 a Shenzhen e dei loro contatti indica che i bambini hanno un rischio di infezione simile a quello della popolazione generale.

Bi, Q., Wu, Y., Mei, S., Ye, C., Zou, X., Zhang, Z., ... & Gao, W. (2020). Epidemiology and Transmission of COVID-19 in Shenzhen China: Analysis of 391 cases and 1,286 of their close contacts. MedRxiv.

Lo studio epidemiologico di 636 casi positivi e dei loro contatti a Wuhan e Shanghai indicano che i bambini hanno un rischio di infezione inferiore rispetto al resto della popolazione.

Zhang J., Litvinova M., Liang Y., et al. (2020) Changes in contact patterns shape the dynamics of the COVID-19 outbreak in China. Science, Apr 29;eabb8001.

Lo studio epidemiologico su 105 casi di pazienti con COVID-19 e dei loro stretti contatti ha rivelato che la trasmissione secondaria di CoV-2-SARS si è verificata in 64 dei 392 contatti "domestici", cioè viventi sotto lo stesso tetto (16,3%). Il tasso di attacco secondario cioè di infezione secondaria nei bambini è stato del 4% rispetto al 17,1% degli adulti. Il tasso di attacco secondario tra i contatti domestici di pazienti che si erano auto-isiolati dall'insorgenza dei sintomi è stato dello 0%, rispetto al 16,9% tra i contatti di coloro che non si erano auto-isolati. Il tasso di attacco secondario dei contatti che erano coniugi di persone affette è stato del 27,8%, contro il 17,3% per gli altri membri adulti della stessa casa.

Li, W., Zhang, B., Lu, J., Liu, S., Chang, Z., Cao, P., ... & Chen, J. (2020). The characteristics of household transmission of COVID-19. Clinical Infectious Diseases.

Studio su 10 bambini che hanno contratto il SARS-Cov-2 nel periodo gennaio-febbraio 2020: 7 di loro l'hanno contratto a casa attraverso il contatto diretto con un adulto infetto, un bambino si è infettato dopo un viaggio in autobus in cui viaggiavano due persone di Wuhan che sono state trovate affette dal COVID-19. Per questi bambini infetti, i primi sintomi sono comparsi in media 6,5 giorni dopo il contatto con una persona con COVID-19. Un neonato di 3 mesi ha contagiato entrambi i genitori, che hanno sviluppato i sintomi 7 giorni dopo aver accudito il bambino senza protezione.

Cai, J., Xu, J., Lin, D., Xu, L., Qu, Z., Zhang, Y., ... & Xia, A. (2020). A Case Series of children with 2019 novel coronavirus infection: clinical and epidemiological features. Clinical Infectious Diseases.

Nel liceo di Crépy-en-Valois (Oise, Francia), il 38% degli studenti, il 43% degli insegnanti e il 59% del personale scolastico che ha eseguito il test sierologico è risultato positivo all'infezione da SARS-CoV-2. Il tasso di trasmissione secondaria intrafamiliare è stato stimato all'11% per i genitori e al 10% per fratelli e sorelle.

Fontanet, A., Tondeur, L., Madec, Y., Grant, R., Besombes, C., Jolly, N., ... & Temmam, S. (2020). Cluster of COVID-19 in northern France: A retrospective closed cohort study. medRxiv.

La carica virale misurata nei bambini con COVID-19 è alta quanto quella degli adulti.

Jones, T.C., Mühlemann, B., Veith, T., Zuchowski, M., Hofmann, J., Stein, A., Edelmann, A., Max Corman, V., Drosten, C. (2020) An analysis of SARS-CoV-2 viral load by patient age.

L'analisi di questionari in Cina indica che i bambini hanno una probabilità di essere infettati dal coronavirus SARS-CoV-2 tre volte minore rispetto agli adulti.

Zhang, J., Litninova, M., Liang, Y., Wang, Y, Wang, W., Zhao, S., Wu, Q., Merler, S., CÉCILE VIBOUD, Vespignani, A., Ajelli, M., Yu, H. (2020) Changes in contact patterns shape the dynamics of the COVID-19 outbreak in China. Science, article online on April 29.

Per saperne di più

Cos'è il contatto ravvicinato?

Cosa considerare per il ritorno a scuola?