< Persone vulnerabili

Come ci si comporta se si vive con una persona vulnerabile?

Testo aggiornato al 2020-05-03


Per proteggere una persona vulnerabile con cui si vive, possono essere utili diversi accorgimenti, da adattare in base alle possibilità e alle dimensioni dell'abitazione.

Per entrare nell'abitazione, tutti devono lavarsi le mani per almeno 20 secondi. Se coloro che entrano nell'abitazione tornano da un luogo professionale dove hanno interagito con molte persone, è anche preferibile che facciano una doccia. Lasciate le scarpe all'ingresso.

Per interagire con la persona vulnerabile, mantenere una distanza di 1,5 m - 3 m. Lavare le mani prima del contatto diretto con la persona vulnerabile. Mettere una mascherina per poter parlare nella stessa stanza della persona vulnerabile. Cercate di avere una finestra aperta per ben areare se siete in presenza della persona per più di 10 minuti. Sostituire la mascherina immediatamente quando è contaminata. Lavate le mani dopo aver rimosso il mascherina. Non alzate la voce per evitare spruzzi, girare la testa per tossire o starnutire.

Per dormire, la persona vulnerabile dovrebbe utilizzare una camera singola ben ventilata, a cui far prendere aria per 30 minuti al mattino, a metà giornata e alla sera.

Per lavarsi, la persona vulnerabile dovrebbe lavarsi i denti e il corpo idealmente in un bagno diverso da quello delle altre persone della casa o, in alternativa, pulire a fondo il bagno, la toilette e il lavandino prima di ogni uso da parte della persona vulnerabile. Se possibile, bisognerebbe dedicare un bidone della spazzatura con un sacchetto richiudibile per la persona vulnerabile e un altro per gli altri.

In generale, evitare che la persona vulnerabile pulisca le superfici e lavi da sola degli indumenti eventualmente contaminati.

ALIMENTAZIONE

SPAZZATURA

OGGETTI A RISCHIO DI CONTAMINAZIONE

BAMBINI

Non è consigliabile che una persona vulnerabile si prenda cura dei bambini, soprattutto se essi hanno contatti con altre persone. I bambini hanno tipicamente sintomi più leggeri rispetto agli adulti, ma possono contaminarsi e diffondere il virus. È anche più difficile per i bambini prendere le dovute precauzioni.


facebook twitter linkedin

Fonti

Uno studio epidemiologico in Cina su 105 casi di COVID-19 e i loro contatti stretti ha rivelato che la trasmissione secondaria di SARS-CoV-2 si è verificata in 64 dei 392 contatti all'interno del nucleo familiare (16,3%). Il tasso di attacco secondario per i bambini è stato del 4% rispetto al 17,1% per gli adulti. Il tasso di attacco secondario tra i contatti all'interno del nucleo familiare con dei pazienti di riferimento, in auto-isolamento dall'insorgenza dei sintomi, è stato dello 0%, rispetto al 16,9% tra i contatti dei pazienti che non erano in quarantena volontaria. Il tasso di attacco secondario per i contatti con coniugi è stato del 27,8%, contro il 17,3% per i contatti con gli altri membri adulti dell'economia domestica.

Li, W., Zhang, B., Lu, J., Liu, S., Chang, Z., Cao, P., ... & Chen, J. (2020). The characteristics of household transmission of COVID-19. Clinical Infectious Diseases.

A Shenzhen, secondo uno studio epidemiologico su 391 casi di COVID-19, la percentuale di contatti domestici (che condividono una stanza, un appartamento o un altro tipo di abitazione) con persone che sono state successivamente confermate infette da SARS-CoV-2 è stata stimata al 15%.

Bi, Q., Wu, Y., Mei, S., Ye, C., Zou, X., Zhang, Z., Liu, X., Wei, L., Truelove, S. A., Zhang, T., Gao, W., Cheng, C., Tang, X., Wu, X., Wu, Y., Sun, B., Huang, S., Sun, Y., Zhang, J., Ma, T., … Feng, T. (2020). Epidemiology and transmission of COVID-19 in 391 cases and 1286 of their close contacts in Shenzhen, China: a retrospective cohort study. The Lancet. Infectious diseases, S1473-3099(20)30287-5. Advance online publication.

A Singapore, in prossimità di un malato di COVID-19, che aveva sintomi lievi tra cui la tosse, il coronavirus è stato trovato in quantità significative su stetoscopio, tazza del water, interruttori della luce, bordo del letto, maniglie delle porte, lavandino e finestra.

Ong, S. W. X., Tan, Y. K., Chia, P. Y., Lee, T. H., Ng, O. T., Wong, M. S. Y., & Marimuthu, K. (2020). Air, surface environmental, and personal protective equipment contamination by severe acute respiratory syndrome coronavirus 2 (SARS-CoV-2) from a symptomatic patient. Jama.

In un ospedale in Cina, il coronavirus SARS-CoV-2 è stato trovato in quantità significative sulle suole delle scarpe e sul pavimento. Non si sa se queste particelle virali siano infettive. Nel dubbio, è consigliabile lasciare le scarpe all'ingresso di casa.

Guo, Z. D., Wang, Z. Y., Zhang, S. F., Li, X., Li, L., Li, C., ... & Zhang, M. Y. (2020). Aerosol and surface distribution of severe acute respiratory syndrome coronavirus 2 in hospital wards, Wuhan, China, 2020. Emerging infectious diseases, 26(7).

Per saperne di più

Perché dobbiamo stare attenti se viviamo con una persona vulnerabile?

Chi sono le persone vulnerabili?

Come lavarsi le mani?

Come mettere e togliere la mascherina?

Una persona che non ha sintomi può essere contagiosa?